GIOVEDI’ 8 AGOSTO // a STRESA la rassegna UN PAESE A SEI CORDE con “Claudio Bellato Trio” featuring Mario Arcari…

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 08/08/2019
21:00

Luogo
giardini Villa Ducale

Categorie


Il nuovo progetto di Bellato con Mario Arcari ha esordito nel 2018 con un repertorio che comprendeva composizioni originali di Bellato e riletture da Ralph Towner a Nino Rota.

Accompagnato da Rodolfo Cervetto (tra i più richiesti batteristi jazz italiani) alla batteria e da Federico Fugassa al basso elettrico, il concerto farà viaggiare il pubblico attraverso sonorità etniche, jazz, classiche con tanta improvvisazione e contaminazioni di genere.

Claudio Bellato Trio a Stresa – Giardini Villa Ducale – ore 21.00.

Ingresso gratuito.

In caso di maltempo: Chiesa Parrocchiale SS. Ambrogio e Theodulo, Via Principessa Margherita 1.

CLAUDIO BELLATO è chitarrista e compositore diplomato al C.P.M. di Milano. Negli anni ’90 ha intrapreso la strada di solista della chitarra acustica, attraverso una personalissima ricerca delle possibilità espressive dello strumento. La sua carriera professionale vanta numerose collaborazioni in ambito jazz, la sonorizzazione per spettacoli teatrali, la partecipazione a numerosi festival internazionali. E’ docente di chitarra in numerose scuole liguri.

MARIO ARCARI è un musicista di formazione classica, diplomato al Conservatorio di Milano. Ha esplorato ambiti musicali diversi: in orchestre sinfoniche e liriche, in complessi da camera, dall’avanguardia colta al Free Jazz, dalla musica popolare alla canzone d’autore. Come polistrumentista ha collaborato con Moni Ovadia nel “Gruppo Folk Internazionale – Ensemble Havadià”, con Mauro Pagani nel ‘78 in un disco cui parteciparono Demetrio Stratos, Teresa de Sio, gli AREA, Canzoniere del Lazio e PFM. Dagli anni ’80 suona in una delle prime orchestre “eterodosse” del jazz italiano: la “DOM” di Dino Mariani, nei “Six Mobiles” di Roberto Ottaviano, nel “Gruppo Contemporaneo” di Guido Mazzon. Ha collaborato a diversi progetti internazionali e anche, a conferma della sua capacità di passare da un genere all’altro, a molti dischi e tourneè di Ivano Fossati e Fabrizio de Andrè, così come in produzioni di compositori contemporanei come: Louis Andrissen, Piero MIlesi, Ludovico Einaudi, Pietro Pirelli, per “Nuova Consonanza” e “Sentieri Selvaggi”, nell’orchestra di “Parma Jazz Frontiere” diretta da Roberto Bonati.

Maggiori info Pagina FB Unpaeseaseicorde

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *