incontri, eventi // a SESTO CALENDE il FOTOCINEVIDEOCLUB Verbano propone un omaggio a VITTORIO TOSI… VENERDI’ 24 FEBBRAIO

Alla Sala Elso Varalli (Palazzo Comunale, piazza Mazzini 16) un OMAGGIO a VITTORIO TOSI, apprezzato videomaker sestese scomparso il primo novembre del 2016.

L’evento è organizzato dal FOTOCINEVIDEOCLUB VERBANO DI SESTO CALENDE e patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune. Condurrà la serata il presidente del Fotocinevideoclub Verbano Enzo Pellitteri.

Inizio ore 21.15. Ingresso libero.

Durante la retrospettiva saranno proiettati alcuni dei video più significativi realizzati da Vittorio Tosi, che fu per diversi anni uno dei soci più apprezzati e conosciuti del fotocineclub sestese, sia in Italia che oltre i confini nazionali.

Il programma prevede la visione di nove significativi video selezionati in un arco temporale che va dal 1977 al 2004.

Vittorio Tosi, originario di Borgoticino dove nacque nel 1926, visse a Lisanza di Sesto Calende. Amante della fotografia, dal 1970 si dedicò al cinema amatoriale influenzato dal paesaggio del Lago Maggiore. Nell’arco di un trentennio sviluppò il suo percorso artistico passando dai documenti famigliari al paesaggio, con attenzione per l’ambiente, fino all’armonizzazione di immagini, utilizzando con maestria parole e musica. Poesie, brani di saggi o musiche per lui furono impulsi creativi. Vittorio Tosi cercò sempre con i suoi lavori dal ritmo serrato e stringatissimo, di uscire “dallo stile classico dell’abusato cliché turistico-pubblicitario” per dar loro un’impronta spiccatamente personale. Il contenuto delle sue opere fu spesso dettato dall’osservazione di soggetti particolari, moderne icone, come in “Coca Cola Story” e “CocArt” sulla nota bevanda. “Variazioni sul tema” e “Sequenza III” sono opere emblematiche, nelle quali riuscì a fondere in modo poetico immagini di rara efficacia con una ricercata colonna sonora che “si avvale di un’intelligente intuizione culturale”. Schivo e riservato, tutt’altro che portato a mettersi in luce ed apparire (sconosciuto a molti suoi concittadini), Tosi si stupiva di ricevere tanta attenzione da parte degli addetti ai lavori. Fu scritto di lui “…alla sensibilità artistica si accompagnano le qualità dell’uomo, l’onestà, la discrezione, la signorilità.” (da “Vittorio Tosi film-maker, fotografo, attore.” di Beppe Rizzo – CARTE DI CINEMA n° 14 2004 ). Con il suo spirito di osservazione sempre alla ricerca del nuovo e dell’inedito, seppe realizzare filmati con multiformi espressioni artistiche che gli permisero di partecipare ad importanti concorsi tematici dove spesso ottenne i più alti riconoscimenti. Dal 1973 al 2000 ben venti volte le sue opere meritarono il 1° posto, oltre a molti secondi e terzi premi.

www.fcvcverbano.com 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *