incontri, eventi // ad ANGERA… “GLI DEI DEGLI ALTRI” ciclo di conferenze al MUSEO ARCHEOLOGICO… a partire da DOMENICA 20 MARZO

Anche quest’anno il Comune di Angera investe sulla cultura offrendo un calendario di eventi ricco e stimolante, che parte dal Museo Archeologico, e annuncia la prossima inaugurazione del Museo Diffuso, ossia la mappatura dei 40 siti dei interesse storico artistico e paesaggistico del territorio.

Il 20 Marzo, alla vigilia dell’equinozio di Primavera, il Civico Museo Archeologico di Angera, in stretta collaborazione con la Soprintendenza Archeologia della Lombardia e con il patrocinio del Polo Museale della Lombardia, dà avvio al progetto di promozione e valorizzazione culturale organizzato per il triennio 2016-2018.

“Inizia infatti – spiega Cristina Miedico, curatrice del museo – un percorso che avrà come oggetto gli altri, nel tentativo di individuare, spiegare e mettere in luce, gli innumerevoli segni della presenza di genti straniere nel nostro territorio già a partire da più di tre millenni or sono. Quest’anno obiettivo delle ricerche scientifiche svolte da archeologi, funzionari della Soprintendenza e curatori museali saranno quindi GLI DEI DEGLI ALTRI, ossia i culti non latini presenti anticamente nell’area lombarda. L’anno prossimo ci dedicheremo a costumi, tessuti e accessori mentre nel 2018 elemento centrale della nostra indagine saranno gli alfabeti non latini testimoniati attorno ai laghi lombardi a partire dal I millennio a.C.

Il primo appuntamento è per Domenica 20 Marzo 2016, alle ore 17.30, presso la Sala conferenze del Museo Archeologico, Via Marconi 2 ad Angera.

Il Soprintendente per l’Archeologia della Lombardia, Prof.Filippo Maria Gambari, terrà una conferenza dal titolo “Tracce archeologiche di divinità celtiche in Italia nord-occidentale”.

Alla vigilia dell’Equinozio di Primavera l’attenzione corre ad alcuni millenari culti solari, e non solo. Un contadino delle campagne di Mondovì può invocare in dialetto il dio Taranis? Dall’archeologia e dall’epigrafia celtica possiamo riconoscere in area alpina occidentale culti che schiudono il mondo mitico preromano.

Il progetto culturale GLI DEI DEGLI ALTRI prevede in tutto sei conferenze che si svolgeranno da Marzo a Dicembre, cui si affiancheranno la pubblicazione di un volume e, in estate, la realizzazione di una mostra d’arte contemporanea, un’occasione per riflettere e mettere a confronto l’antico e il moderno senso del divino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *