incontri, eventi // all’Istituto Fermi di ARONA la sesta edizione della “Notte Nazionale del Liceo Classico”… VENERDI’ 17 GENNAIO

Sesta edizione della “Notte Nazionale del Liceo Classico” e l’istituto Fermi torna ad aprire le sue porte per condividere momenti culturali, di teatro, di musica e incontri con autori.

Una grande festa gratuita e aperta a tutti, che si svolgerà in contemporanea in oltre 400 Licei Classici d’Italia.

Il tema scelto dell’edizione 2020 è “Fatti nostri”, interpretazione sintetica e attualizzata della nota frase del commediografo latino Terenzio «Homo sum, humani nihil a me alienum puto».

Gli studenti dal mese di ottobre sono impegnati in laboratori, che li vedono parte attiva di percorsi di conoscenza e di approfondimento, il frutto dei quali poi sarà “restituito” nel corso della Notte Nazionale del Liceo Classico.

PROGRAMMA

Ore 18.00: apertura ufficiale della VI edizione della “Notte Nazionale del Liceo Classico”, con una breve presentazione di quanto offrirà la serata, laboratori e attività a cui si potrà assistere e partecipare, in modo del tutto libero e gratuito, dalle 18.30 alle 22.00.

Laboratori didattici:
1) “Lupus in fabula”. Mercanti, lupi, storie: la narrazione come luogo di incontro fra popoli, lingue e culture.
2) “Rileggendo Erodoto”. Civiltà, musica e arte per capire come un autore greco del V secolo a.C. guardasse al mondo attorno a lui e agli altri popoli “barbari”.
3) “Senofonte e Clodia: vicini e lontani”. Il mondo greco e quello latino si confrontano a partire da due personaggi controversi, presenti, il primo come autore e protagonista, la seconda suo malgrado, nelle rispettive letterature.
4) Invito al “Convivium”: tra ricette di secoli fa e di oggi, ascoltando versi e passi dedicati al momento simposiale e lasciandosi travolgere dal ritmo del Sirtaki, da ballare e non solo da ascoltare.
5) “Nuove generazioni”. I volti giovani dell’Italia multietnica. A raccontarli è una mostra fotografica, con storie e protagonisti di oggi.
6) “Quis tonsorem tondet?”. Tartarughe, pie’ veloci, barbieri e mentitori, ovvero il paradosso filosofico-matematico da Zenone a Russell.
7) “T come tempo”. Il tempo che inizia a mancare per comprendere che quella climatica e ambientale è un’emergenza di cui dobbiamo preoccuparci.
8) “Il diritto di avere diritto. Tutela del patrimonio culturale e generazioni future”. L’arte non è solo fruizione estetica, ma, se autentica passione, è anche impegno civile.

Alle 19.00 nell’aula magna incontro con la scrittrice Helena Janeczek, Premio Strega 2018 con il romanzo “La ragazza con la Leica”.

Alle 20.30 incontro con Silvia Romani, scrittrice e docente in Mitologia e Religioni del mondo classico all’Università Statale di Milano.

Dalle 19.00 alle 22.00 il “Convivium”, buffet a tema con degustazioni guidate, letture recitate di brani inerenti il simposio, una visita al “Thermopolium”, musiche e coreografie in tema.

Dalle 22.00 due spettacoli teatrali. L’opera musicale inedita dal titolo “Orfeo, chi è costui?”, rilettura moderna del mito di Orfeo ed Euridice, composta per sceneggiatura, musica e parole e interpretata dagli allievi dell’Istituto, sotto la direzione del Maestro Marino Mora. A seguire la tragedia di Euripide “Baccanti” nell’interpretazione degli attori del laboratorio di teatro “My Fermi” diretto dall’attore e regista Andrea Gherardini.

La “Notte Nazionale del Liceo Classico”, chiuderà ufficialmente alle 24.00 con la lettura di un brano significativo della letteratura classica, in contemporanea in tutta Italia.

Maggiori info Pagina FB IIS “Enrico Fermi” – Arona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *