incontri, eventi // “DISEGNARE IL GIARDINO” concorso di idee per ripensare tre aree verdi pubbliche sul Lago d’Orta!

L’Associazione Culturale Asilo Bianco – in queste settimane e mesi difficili – lancia un nuovo concorso di idee a premi.

Si tratta di una call rivolta ad architetti, agronomi, paesaggisti, artisti ambientali per ridisegnare tre aree verdi pubbliche nei Comuni di Briga Novarese, Miasino e Orta San Giulio, in provincia di Novara.

Il concorso è patrocinato dall’Ordine degli Architetti di Novara e del Verbano Cusio Ossola e in collaborazione con la rassegna verbanese Editoria & Giardini.

“Disegnare il giardino” diventa l’occasione per progettare aree verdi e creare così nuovi spazi d’incontro e socializzazione a cielo aperto: luoghi quanto mai necessari, anche e soprattutto in tempi di Covid, dove il ritorno alla natura, all’aria aperta e al verde è vitale per ognuno di noi.

Per il progetto vincitore di ogni area è previsto un premio di 1.000 Euro. Ci saranno inoltre menzioni speciali scelte dai tre comuni coinvolti, così come segnalazioni a cura di Asilo Bianco per i migliori progetti Under 35.

I lavori saranno valutati da una giuria internazionale composta da Elisabetta Bianchessi (presidente di giuria), architetto paesaggista, docente di Architettura presso le Università di Lisbona, Madrid e il Politecnico di Milano, Elena Bertinotti, architetto che lavora principalmente nell’ambito della progettazione ambientale con Enti e amministrazioni pubbliche, Federica Cornalba, architetto che si occupa da anni di Landscape Architecture & Garden Design, Michael Jakob, professore di Storia e Teoria del Paesaggio presso il Politecnico di Losanna (EPFL) e la Scuola di Ingegneria di Ginevra-Lullier.

Il termine ultimo per la presentazione dei progetti è il 20 marzo 2021.

Sabato 15 maggio i vincitori saranno premiati a Villa Nigra dove verrà inaugurata una mostra pubblica con alcuni dei progetti selezionati.

Il bando di concorso è disponibile e scaricabile sul sito di Asilo

Bianco al seguente indirizzo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *