incontri, eventi… // presentazione “LETTERALTURA” 2015 / festival di letteratura di montagna, viaggio, avventura

I numeri non sono tutto ma sono di certo indicativi: oltre 75 ospiti, 50 eventi a Verbania (22 in collaborazione con enti e associazioni), 5 appuntamenti nelle Valli, 3 mostre e 4 proiezioni non stop.

La nona edizione di Letteraltura, a Verbania dal 22 al 28 giugno 2015, consolida affermazioni già ottenute e aumenta il respiro internazionale della manifestazione. Fa “rete”, come sottolineato nella conferenza di presentazione al Chiostro di Intra, aggregando imprese, istituzioni e soggetti nell’ intento di promuovere la cultura e il territorio del Verbano Cusio Ossola. Decisivo il contributo dei volontari, come ha ricordato il sindaco di Verbania Silvia Marchionini, ma anche l’ apporto della municipalità (20.000 euro erogati dal Comune come supporto all’ evento), delle fondazioni bancarie e delle sponsorizzazioni private.

Il Ritorno è il tema principale di Letteraltura 2015, non soltanto inteso come sguardo al passato, ma soprattutto come slancio e determinazione verso il futuro. Ritorno alla montagna, alla riscoperta di valori ancestrali, alla terra a agli alpeggi con l’ agricoltura e l’ allevamento, ritorno all’ alpinismo, al Cervino a 150 anni dalla prima scalata, ritorno sulle orme dei vecchi viaggiatori, in bilico tra passato e presente, per ridare lustro alle proprie storie personali, che a volte si credono perdute, ma, come reperti, sono soltanto in attesa di essere spolverate.

Img_8393

Qualche nome e data per stuzzicare il palato: Domenico Quirico (26 giugno) giornalista de La Stampa, grande conoscitore dei conflitti medio-orientali, ricorda la Prima Guerra Mondiale nel suo centenario; Simone Moro (28 giugno) unico alpinista ad aver raggiunto tre 8.000 in stagione invernale, parla del ritorno all’ esplorazione verticale; l’ alpinista e viaggiatrice Isabel Suppé (26 giugno) nomade delle Ande di origine bavarese, dialoga con Enrico Martinet sulle sue imprese da una cordigliera all’ altra; l’ etnologo e antropologo Marc Augé (27 giugno) grande sapiente della realtà contemporanea, illustra il suo pensiero nei “Ritorni su Paesaggi e saperi in movimento”; William Dalrymple (28 giugno), scrittore e storico scozzese, traccia un parallelo temporale fra la disfatta coloniale inglese nell’ Afghanistan e la situazione odierna…

Letteraltura offrirà anche spazio ai temi legati a “Paesaggio, Giardini e Architettura Alpina” (insieme al Museo del Paesaggio e a Villa Taranto), al viaggio, allo sport, senza dimenticare i più piccoli (a cui è stata dedicata particolare attenzione con letture, laboratori e incontri all’ insegna del divertimento) e i giovani con la sezione Letteraltura Off.

Programma completo su www.letteraltura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *