libri //Piccio. Tutta la pittura e un’ antologia grafica// a cura di Renzo Mangili (Lubrina Editore)

Giovanni Carnovali, detto il Piccio, nato a Montegrino Valtravaglia nel 1804, è riconosciuto per la statura del creativo quanto per la fascinazione del personaggio, tramandata a incarnazione dello stereotipo romantico opportunamente liberato dai tratti leggendari conferitigli dalla letteratura.

L’ artista, che da piccolo si trasferì con i genitori in provincia di Bergamo (e nel capoluogo orobico studiò all’ Accademia Carrara) è ritenuto un eccellente anticipatore della rivoluzione pittorica della seconda metà dell’ ottocento, sperimentatore di sorprendenti visioni della realtà agganciata sulla tela attraverso una sorta di vibrazione cromatico-luminosa.

Al contempo lavorò intorno a pensieri visivi destinati all’ approdo nelle venture poetiche del Simbolismo, scavalcando, se non per qualche sporadica tangenza, l’ Impressionismo. Si ritrova nel Carnovali la linearità di una tensione individuale verso il moderno scaturita nel cuore dell’ oltranzismo neoclassico.

Le schede del volume sono così suddivise:

  1. Dipinti autografi/ritenuti autografi in base a esame stilistico e/o documentazione d’ archivio (301 le opere considerate)

  2. Dipinti di attribuzione sospesa o non condivisa (473 opere)

  3. Antologia grafica (76 opere), si tratta talvolta di fogli e “cartoni” in diretto rapporto preparatorio con dipinti (anche non pervenuti), così da integrarne la conoscenza dal punto di vista progettuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *