luoghi e storie di lago // dal Monte… la morbida coda del Lago Maggiore

La chiesa di Sant’ Antonio al Monte in Valtravaglia è una meta democratica e panoramica: per raggiungerla si può scegliere uno dei molti sentieri, attraversare un boschetto di betulle, seguire la linea di un torrente… oppure si può optare per un mezzo a motore (ed è questa la mia scelta colpevole) parcheggiare nello spiazzo del ristorante attiguo alla chiesa (un tempo romitorio di una piccola comunità di frati) e percorrere pochi metri fino alla struttura ecclesiale e al suggestivo balcone erboso su cui è adagiata…

Sbircio oltre la prima vegetazione verso il fondovalle, la linea d’ asfalto della strada svanisce nell’ impressione di lago; mi muovo misurando il piccolo sagrato, evito di volgere lo sguardo al panorama, preso come da una strana soggezione… lascio a terra lo zaino e un gatto nero come la pece entra di sorpresa nel mio campo visivo; infila il muso nella sacca, poi gioca a fare l’ equilibrista sul muretto che ci separa dal vuoto; tento di fotografarlo – anche una ragazza tedesca abbandona posto a tavola, birra e tagliere per scattare il ricordo – ma non c’è verso… realizzo la scontrosità e la misteriosa grazia felina nell’ abbandonare il palcoscenico all’ apice della celebrità.

romit

Rimane il paesaggio, la ricerca di un punto di vista ottimale, l’ arrendersi alla dolcezza dell’ ora tenue, il balletto delle nuvole e il silenzio prodigioso… un filo sottile, impraticabile, poesia del Lago Maggiore adagiato sullo sfondo come la morbida coda di un gatto scontroso…

Costruita sul versante settentrionale del Monte Nudo, lungo un percorso di comunicazione fra il fondovalle e i pascoli alti, la chiesa di Sant’ Antonio al Monte risale probabilmente all’ XI secolo. Nel corso degli anni è stata profondamente rimaneggiata conservando tuttavia la struttura dell’ antico edificio romanico; al suo interno conserva, unica nel territorio provinciale varesino, la navata originaria con tre campate voltate a botte.

895a5415-c33d-4f80-b9dd-ae15433fbc28_800

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *