luoghi e storie di lago // Un ricordo dell’ isola…

Casucce piccole, anguste strade ornate generalmente di festoni di reti poste ad asciugarsi; uomini e donne arse dal sole, e aggrinzite dall’ acqua, sono sovente gli oggetti che si presentano, e che si presentarono al Cardinale Federigo Borromeo, quando nel secolo XVII vi stabilì un curato. Non v’ è però tanta povertà, quanta sen mostra, perché tutti son proprietari di una casa, di un battello, d’ una rete, e sovente di qualche po’ di terreno nel continente…

da “Viaggio da Milano ai 3 laghi – Maggiore, di Lugano e di Como e né monti che li circondano” di Carlo Amoretti, 1824. Prima edizione del 1794.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *