mostre // APERTURA STAGIONE 2017 della Ghisla Art Collection di Locarno… da DOMENICA 19 MARZO

Apre il 19 marzo 2017 il nuovo allestimento della Ghisla Art Collection di Locarno.

Ai primi due piani della struttura si presenta una nuova selezione di opere dalla collezione di arte moderna e contemporanea di Martine e Pierino Ghisla, con varie recenti nuove acquisizioni. Il terzo piano, ospita invece la mostra temporanea a cura di Ronny Van de Velde Museum to Scale 1/7, che approda in Svizzera dopo essere passata da prestigiosi musei in Europa e oltreoceano.

Fra le nuove opere esposte della collezione, che negli ultimi due anni si è arricchita di diversi preziosi acquisti, si segnalano alcuni grandi nomi della scena italiana – Carla Accardi, Mario Nigro e Dadamaino –, ma anche un esponente di rilievo del Nouveau Réalisme francese come Arman, la statunitense Shirley Jaffe, il tedesco Meuser e un’artista con profondi legami con la Svizzera quale Teres Wylder. Piacevoli scoperte sono anche le geometrie dell’italiano Carlo Ciussi, scomparso nel 2012, e le sgargianti esplorazioni sul colore del nigeriano Odili Donald Odita.

L’esposizione temporanea Museum to Scale 1/7 sorprende con una serie di scatole in cui sono presentate sale di museo in miniatura contenenti opere di 85 artisti contemporanei belgi, tra cui spiccano, per esempio, Jan Fabre, Marcel Broodthaers, Ann Veronica Janssens, Pierre Alechinsky e Michel François. Grazie all’uso della scala 1:7, la superficie espositiva si moltiplica e i visitatori sono condotti attraverso una sorta di odierna Wunderkammer, l’antenato dei musei, in cui nel Rinascimento si collezionavano oggetti d’arte e curiosità. L’installazione giunge da noi dopo varie tappe internazionali: dai Musées Royaux des Beaux-Arts di Bruxelles (B), al Museum of Art di Naples, FL (USA), alla Kunsthal di Rotterdam (NL).

Nella stagione 2017 la Ghisla Art Collection accoglie i suoi visitatori da mercoledì a domenica, tra le 13.30 e le 18.30. Le audioguide, incluse nel prezzo, sono disponibili in italiano, tedesco, inglese e in francese.

È possibile prenotare visite con aperitivo incluso, che consentono di percorrere le sale del museo accompagnati da una guida che, in forma leggera, dinamica e adattata alle esigenze del pubblico, presenta le opere e una serie di curiosi aneddoti sugli artisti e sul collezionismo.

La Ghisla Art Collection propone anche eventi dedicati ai bambini e ai ragazzi, performance di danza contemporanea in interazione con le opere e, nel prossimo ottobre, un inedito esperimento di visita mediata dalla musica di Sandro Schneebeli.

Informazioni su www.ghisla-art.ch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *