mostre // apre a BELLINZAGO e CAMERI “ARTEPARCHI IN RETE-Percorsi visivi fra natura, archeologia e culture del territorio”… da sabato 2 aprile

Al via “ARTEPARCHI IN RETE – Percorsi visivi fra natura, archeologia e culture del territorio”, iniziativa culturale organizzata dall’Ente di gestione delle Aree protette del Ticino e del Lago Maggiore.

La prima mostra ad aprire, dedicata alle fotografie del novarese Valerio Brustia e intitolata “Due passi nel parco…”, si svolge al Mulino Vecchio di Bellinzago (inaugurazione sabato 2 aprile ore 16.00).

Le immagini di Brustia si riferiscono al Parco delle Lame del Sesia. Fissando ciò che è rimasto di quell’antico mondo in cui queste terre erano interamente ricoperte dalla sterminata foresta planiziale, ora riconoscibile solo in scarsi frammenti anche se sufficienti a trasmettere il sapore della terra selvaggia, invitano ad un’esplorazione diretta e attenta dell’area per ritrovare quanto compare nelle immagini e riprovare le stesse emozioni.

Ingresso libero. La mostra rimarrà aperta fino al 1 maggio. Orari: sabato e domenica dalle 14.00 alle 19.00.

Valerio Brustia è un ingegnere di 47 anni, vive a Novara e da quasi trent’anni usa la fotografia come strumento per esplorare principalmente il suo “backyard”, il fuori porta della terra dove è nato.

Domenica 3 aprile inaugurazione a Villa Picchetta a Cameri della mostra “Carte da lettere” di Azelio Corni (ore 16.00). Le opere esposte, che saranno visibili fino al 1 maggio (orario: sabato e domenica, dalle 14.00 alle 19.00), confermano il carattere sperimentale del percorso dell’artista di Sesto Calende, la sua attualità, in quanto le sue opere “sono continuamente annunciate dall’urgenza di produrre corrispondenze linguistiche al di là di una pura sintesi formale”…

Nel caso dell’allestimento di Villa Picchetta, le indagini indagini creative di Azelio Corni sono restituite da segni e lettere inseriti in spazi che si aprono all’infinito. Ingresso libero.

Azelio Corni (Sesto Calende, 1948) ha compiuto gli studi accademici a Brera diplomandosi in pittura. Ha iniziato ad esporre negli anni Sessanta ma già a partire dagli anni Ottanta i suoi lavori hanno acquistato una dimensione che esce dai confini della pittura per trasformarsi in insiemi strutturati di tensori, forme in progressione dinamica.

Sue mostre personali si sono tenute nel territorio di Varese, a Trento, Bologna, Bielefeld, New York. Ha partecipato al Premio Guglielmo Marconi (Bologna) e a Senza frontiere (Tokyo). Finalista al Premio Internazionale di scultura Terre Moretti, nel 2012 ha esposto con Pino Ceriotti e Antonella Aprile a Mumbai.

Anche per il 2016 il progetto ArteParchi in Rete si pone come obiettivi principali quelli di far conoscere in modo diretto e sempre più approfondito i parchi naturali del Novarese, del Vercellese e i territori del Biellese; consentire di considerare l’Ente come centro promotore di momenti di interesse culturale ed artistico, facendo emergere la valenza della sua funzione culturale, che da tempo si affianca a quella della salvaguardia ambientale;permettere ai visitatori di entrare in relazione con modalità espressive e di comunicazione fatte di immagini, forme, strutture, colori, suoni, con cui innescare confronti e riflessioni culturali inedite e particolari;di facilitare l’accostamento all’arte e alla storia di queste terre attraverso linguaggi visivi che presentano punti di vista insospettati e straordinaria mente interessanti.

(in copertina l’artista Azelio Corni)

www.parcoticinolagomaggiore.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *