mostre // fino a DOMENICA 5 AGOSTO alla Società Operaia di Mutuo Soccorso di LESA l’esposizione storico culturale “La Grande Guerra e dintorni”

Fino al 5 agosto è visitabile l’esposizione dedicata alla Grande Guerra presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso di LESA (NO). Nell’allestimento, a cura di Cristina Polli, sono accolti i notevoli cimeli messi a disposizione da Uberto Visconti di Massino e da altri privati.

Orari: tutti i giorni dalle 18 alle 22; giovedì, sabato e domenica anche dalle 10 alle 13.

La Grande Guerra e dintorni” mira a rappresentare attraverso una sorta di “galleria della memoria” il periodo storico e la Grande Guerra a livello europeo, italiano e locale, a ricordare l’enorme sacrificio di vite di tanti giovani soldati e mantenere viva la memoria per promuovere, nelle nuove generazioni, una cultura della Pace.

L’ideazione dello spazio espositivo e dell’allestimento della mostra parte dal concetto di RACCONTO, soprattutto esperienziale, veicolato dagli oggetti utilizzati nella Grande Guerra.

Il ricordo di questo periodo sfocia nelle epoche successive e viene sottolineato con l’esposizione di oggetti raffigurativi che hanno in seguito rievocato – in modi diversi – la Grande Guerra. Si pensi, per esempio, alle storie epiche di Hugo Pratt con Corto Maltese. Gli oggetti vengono collocati in spazi organizzati, architettonicamente progettati, per essere visibili e riconoscibili.

Tali spazi, delineati da allestimenti silenti, scuri, mostrano da un lato l’umanità e il dolore, attraverso una chiusura verso il resto della sala; dall’altro, segnato da illuminazione e colore, un percorso illustrativo fatto di immagini e parole, che insieme all’arte figurativa sono divenute incisiva testimonianza di quel periodo storico. I disegni di Carrà e il movimento Futurista, le copertine de “Il Monello”, le riviste di trincea, i nomi di Giorgio De Chirico e di Mario Sironi, di Gabriele D’Annunzio o di Filippo Tommaso Marinetti, le poesie di Giuseppe Ungaretti, l’architettura di Antonio Sant’Elia morto sul Carso nel 1916, sono solo alcuni degli esempi culturali – ed umani – che hanno caratterizzato quegli anni.

L’esposizione vede la collaborazione dell’Associazione Nazionale Alpini e dei vicini comuni di Belgirate e Meina con il comune di Lesa, il patrocinio della Provincia di Novara e il sostegno di alcuni sponsor privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *