note di lago // a ISPRA per il festival IL LAGO CROMATICO “Mélange de Passion” concerto del QUARTETTO AURIS… SABATO 5 AGOSTO

Il festival Il Lago Cromatico fa tappa in Piazza F. Ferrario ad Ispra.

Alle 21.30 il quartetto toscano di saxofoni Auris proporrà un viaggio lungo la storia del tango attraverso classici senza tempo, brani rivoluzionari e capolavori meno conosciuti, reinterpretati dalla giovane formazione.

Non solo dall’Argentina, ma dal Venezuela, dagli Stati Uniti, dai Balcani, dalla Spagna, dalla Francia e persino dall’Italia arrivano le suggestioni che permeano il concerto, dalla musica di Astor Piazzolla a Isaac Albéniz, da Dimitri Nicolau a Goran Bregovic’, da Kurt Weill ad Aldemaro Romero fino a Richard Galliano.

La serata (a ingresso libero) sarà arricchita dalle coreografie dei ballerini Daniele Del Bandecca e Martina Gregori, che interpreteranno alcuni dei brani proposti dalla formazione per una serata intensa di emozioni.

Il QUARTETTO AURIS nasce nel 2012 presso la Scuola di musica di Fiesole per desiderio di quattro giovani musicisti interessati ad approfondire il repertorio da camera per quartetto di Sassofoni: hanno già all’attivo un’intensa attività concertistica in tutta Italia e anche una pregevole collaborazione operistica, nel “Don Perlimplin” di Maderna realizzato al teatro Comunale di Bologna.

5 ago locandina_def5agosto_bisIn Piazza San Martino, aspettando il concerto, la Bottega del Romeo propone un gustoso aperitivo in una scenografia dedicata alla bicicletta d’epoca (10 Euro, per prenotazioni 348 851 6760), mentre la Gelateria Il Capriccio proporrà un nuovo gusto dedicato al titolo del concerto “Melange de Passion”.

La serata è organizzata dal Comune di Ispra con l’Associazione Musica Libera, in collaborazione con la ProLoco di Ispra, la Bottega del Romeo, la Gelateria Il Capriccio, la Pasticceria San Gabriele e il Fioraio Dillo con un Fiore.

In caso di maltempo l’evento si terrà presso la tensostruttura allestita sul lungo lago.

Dettagli dell’evento su www.illagocromatico.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *