teatro // a BAVENO la compagnia ACCADEMIA DEI FOLLI presenta “HOW DOES IT FEEL? Something about BOB DYLAN”… SABATO 7 MAGGIO

Per la rassegna LAKESCAPES-TEATRO DIFFUSO DEL LAGO uno spettacolo alla Sala Nostr@domus in piazza della Chiesa (ore 21.00).

Ingresso 13 euro. Sconto di 3 euro scaricando il coupon dal sito www.accademiadeifolli.com 

I musicisti e gli attori dell’Accademia dei Folli ripercorrono la storia di Bob Dylan, quando non era ancora Bob Dylan.

How does it feel? è uno spettacolo tra musica e teatro, un viaggio di formazione attraverso l’America, le sue radici e il suo “rinascimento”.

La narrazione svela al pubblico il percorso umano e artistico di uno dei più celebrati e innovativi poeti del nostro tempo. Più che un tributo a Bob Dylan, un racconto accorato e insieme un reportage fotografico di un’epoca e dei suoi fermenti, una visita a quella fabbrica di idee e di arte che è stato il Village newyorchese degli anni Sessanta.

Il viaggio parte dalla città natale di Dylan, Duluth in Minnesota, conosciuta come la Terra dei Giganti, una strano scherzo del destino per chi è alto sì e no al metro e sessanta.

Allora il menestrello non aveva scritto nemmeno una filastrocca ma, a sentire lui, da qualche parte le sue canzoni c’erano già, ed erano canzoni folk: doveva solo trovarle.

Fu l’incontro con il songwriter Woody Guthrie a far scattare la scintilla. Robert Dillon – uno dei molti pseudonimi di Dylan – iniziò così a scrivere canzoni, e anche a cantarle, a New York, in una gabbia di matti universalmente nota come “Café Wha”.

Cominciò da allora il lungo viaggio che portò l’artista Bob Dylan a conquistare prima il pubblico americano, poi quello di tutto il mondo fino ai giorni nostri.

La compagnia ACCADEMIA DEI FOLLI presenta “HOW DOES IT FEEL? Something about BOB DYLAN” Con Carlo Roncaglia (voce e chitarra) e con Enrico De Lotto (contrabbasso), Paolo Demontis (armonica), Vincenzo Novelli (chitarre), Giò Dimasi (percussioni).

Testi Emiliano Poddi, musiche e arrangiamenti Enrico De Lotto.

Regia Carlo Roncaglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *