teatro // a VERBANIA il Teatro dell’Elfo di Milano presenta “Mister Puntila e il suo servo Matti” di Bertolt Brecht… SABATO 25 FEBBRAIO

Torna la storica stagione teatrale di “Lampi sul loggione”, giunta all’edizione numero 31.

Gli spettacoli si terranno al Centro Eventi Il Maggiore e non nella sede abituale dell’Auditorium S. Anna. Uno spostamento salutato con favore dal pubblico: sono infatti ben quattrocento i tagliandi d’abbonamento venduti per il cartellone promosso da Comune e Associazione “Lampi sul teatro”.

Ad aprire la rassegna sarà il Tetro dell’Elfo di Milano con “Mister Puntila e il suo servo Matti”, una delle commedie di Bertolt Brecht in Italia meno rappresentate (si ricordano Glauco Mauri e Roberto Sturno nel 1981 e Pino Micol con Giuseppe Cederna nel 1998). A sceglierla e a dirigerla Ferdinando Bruni e Francesco Frongia, che ne hanno voluto sottolineare attualità e potenziale comico unito alla godibilità delle musiche originali di Paul Dessau arrangiate da Matteo de Mojana.

Scritto nel 1940, ma rappresentato a Zurigo solo nel 1948, quando Brecht rientrò in Europa dall’esilio americano, “Pùntila” si rifà a modelli e archetipi conclamati: su tutto la compresenza di bene e male nell’animo umano (“Dottor Jeckyll e Mister Hyde” e, dichiaratamente, “Luci della città” di Chaplin), e poi il binomio padrone/servo (da Don Chisciotte/Sancho Panza a Don Giovanni/Leporello), ma anche i ritmi e i modi da commedia popolare che nasconde, ma neanche poi tanto, una pungente allegoria del capitalismo, sintetizzata da Bruni e Frongia nel sottotitolo «se Karl Marx incontra suo fratello Groucho». Protagonista è infatti Mr Pùntila (Bruni), ricco uomo d’affari in marsina e panciotto, tanto tiranno e sfruttatore con i suoi sottoposti da sobrio, quanto bonario e amico di tutti da ubriaco. Ma si sa, l’alcol evapora in fretta. Solo il suo chauffeur Matti (Luciano Scarpa) riesce a tenergli testa, abbastanza scaltro e lucido da capire che è meglio mollare “entrambi”. Accanto a Bruni e a Scarpa, completano il nutrito cast Ida Marinelli, Elena Russo Arman, Corinna Agustoni, Luca Toracca, Umberto Petranca, Nicola Stravalaci, Matteo De Mojana, Francesca Turrini, Francesco Baldi e Carolina Cametti.

Inizio ore 21.00. La durata del lavoro teatrale sarà di 2 ore e venti minuti più intervallo. Biglietti e ultimi abbonamenti disponibili sul sito www.ilmaggioreverbania.it oppure all’ufficio turistico del Comune di Verbania in Via Ruga a Pallanza. Il prezzo d’ingresso è fissato in € 15.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *